fbpx

Dietro le quinte di un cantiere edile

La definizione di “cantiere”

Con il termine cantiere si intende qualunque luogo in cui si effettuano lavori edili o di ingegneria civile.

Rientrano quindi in questo termine quei luoghi in cui vengono effettuati qualsiasi tipologia di lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche, il montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati utilizzati per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile.

Le fasi del cantiere

Solitamente si riconoscono diverse fasi del cantiere: dall’ideazione dell’opera, la progettazione, l’appalto (in caso di opere pubbliche), l’esecuzione dei lavori e la chiusura. 

Per quanto riguarda la prima fase, ovvero quella dell’ideazione dell’opera, questa ha inizio nel momento in cui il committente inizia a comprendere di quali risorse avrà bisogno per la realizzazione dei lavori che intende effettuare. A supporto delle decisioni del committente si trova in alcuni casi la figura del progettista che ha il compito di prospettare al cliente tutti gli adempimenti necessari, al fine di non avere sanzioni. 

Successivamente si passa alla fase di progettazione, in cui il progettista inizia a progettare i lavori richiesti e il coordinatore redige una relazione al fine di organizzazione i diversi aspetti necessari per la realizzazione dell’opera (come quello relativo alla sicurezza). Questa relazione, che prende il nome di PSC, deve essere poi consegnata alle imprese edili, contestualmente al progetto esecutivo, in modo da permettere loro l’elaborazione di un preventivo (o nel caso dell’appalto pubblico, l’espletamento dell’offerta).

Come detto in precedenza, in caso di opere pubbliche, le imprese che decidono di partecipare all’appalto devono essere a conoscenza di diversi elementi essenziali, tra questi le tavole  progettuali, le prescrizioni dettate dal PSC, la stima dei costi relativi all’aspetto sicurezza, e così via. In questa fase, il committente ha l’obbligo di verificare l’idoneità tecnico professionale dell’impresa e dei lavori autonomi nominati.

Si passa poi alla fase di esecuzione dei lavori in cui svolgono un ruolo fondamentale il Coordinatore per la Progettazione (CSP) e il Coordinatore per l’Esecuzione (CSE).

Si passa poi alla fase di esecuzione dei lavori in cui si verifica innanzitutto la gestione della sicurezza, sia sotto l’aspetto pratico che sotto l’aspetto documentale, a carico del Coordinatore per l’Esecuzione (CSE) il quale dovrà, oltre a verificare i POS (Piani Operativi della Sicurezza) delle imprese esecutrici e aggiornare la documentazione della sicurezza.

È possibile poi che si verifichino situazioni in cui i lavori subiscono delle variazioni tali da dover richiedere una variante in corso d’opera, il CSE deve aggiornare il PSC.

Una volta ultimata la realizzazione dell’opera, avviene la fase di chiusura dei lavori, momento in cui la maggior parte dei soggetti coinvolti deve verificare (ognuno per le proprie responsabilità), la congruità dell’opera con i progetti, la corretta esecuzione, la liquidazione dei lavori e degli oneri per la sicurezza.

Le principali figure di un cantiere edile

È chiaro quindi che gli addetti ai lavori in un cantiere edile sono davvero tanti e sono tutti essenziali per il suo funzionamento. Tra questi vi sono appunto:

 

Committente: il soggetto privato o pubblico che commissiona la realizzazione di un lavoro o di un’opera. Se si tratta di un’opera pubblica, il committente ha il potere decisionale di spesa e l’obbligo di nominare il direttore dei lavori, il direttore delle opere strutturali, il direttore della sicurezza e il collaudatore generale.

 

Progettista: è il soggetto che si occupa di redigere il progetto in ogni dettaglio tecnico e architettonico. Solitamente si tratta di ingegneri e architetti, in alcuni casi affiancati da geologo, geometra, perito industriale. Questa figura deve seguire tutti i lavori fino alla fase di chiusura.

 

Impresario o appaltatore: il soggetto incaricato dal committente per la realizzazione dell’opera.

 

Responsabile dei lavori: figura incaricata dal committente responsabile dei cantieri mobili e temporanei, che svolge compiti di progettazione, esecuzione e controllo dell’opera.  

 

Coordinatore per la progettazione: persona fisica incaricata dal committente o dal responsabile dei lavori,  titolare di obblighi penalmente sanzionabili.

Direttore Tecnico di Cantiere: figura che si occupa dei lavori e dell’organizzazione del cantiere edile.

 

Capocantiere: il soggetto che ha il compito di amministrare gli operai e i lavoratori del cantiere.

 

Collaudatori: i tecnici che devono svolgere i controlli tecnici e amministrativi in modo tale da assicurarsi che le opere siano state realizzate secondo il progetto. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *